martedì 18 agosto 2009

35 giorni spotless

Il 16 Agosto 2009 si sono avuti 35 giorni spotless consecutivi:
1

Precisamente come potete vedere dalla ormai famosa tabella di Fabio Campanella (che ringrazio), abbiamo raggiunto la 23-esima posizione, la terza finora del minimo 24.
Ricordo per l’ennesima volta che i dati usati per aggiornare il minimo 24 sono quelli Noaa, i dati storici presenti nella tabella sono quelli Sidc.
Non a caso infatti, per il Sidc con oggi siamo a soli 15 giorni spotless consecutivi, come si può ben vedere nella pagina in alto di NIA:
http://daltonsminima.wordpress.com/dati-sole-in-diretta/
Abbiamo scelto di usare i dati Noaa, perchè solo con questi ci sono possibilità di entrare nella speciale classifica dei 20 giorni spotless, col Sidc è quasi impossibile anche solamente raggiungere questo traguardo base, ed i motivi credo siano chiari a tutti ormai.
Questo minimo raggiunge anche i 3.65 anni di lunghezza, almeno secondo sempre al sito di fabio Campanella.
A tal proposito chiederei al sopracitato, come calcola lui precisamente questo lasso temporale… se infatti consideriamo che il primo giorno senza macchie è avvenuto a gennaio 2004, ora (agosto 2009) gli anni sarebbero 5 e mezzo…
Comunque gran bel minimo!
Stay tuned, Simon







GW Luglio 2009

14 08 2009
Dati Satellitari
Dati RSS
Luglio chiude con una anomalia ( rispetto alla media 79-98 ) di +0.392°C, rispetto a Giugno che chiuse a +0.081°C abbiamo avuto quindi un incremento della temperatura abbastanza notevole.
Ecco il grafico completo:
Dati UAH
Luglio chiude a +0.410°C rispetto alla media 79-98, quindi con una anomalia in netto aumento rispetto a Giugno che chiuse a +0.003°C
Ecco il grafico completo:

questo netto aumento delle Temperature è dovuto all’avvento di un Nino strong, i dati satellitari sono molto sensibili a questo fenomeno, difatti per ora il mese di agosto vede già anomalie dimezzate.
Anomalie Temperature e precipitazione Italia – Dati CNR Luglio 2009

Prima di postare le immagini dico subito che queste mappe non godono di una buona precisione, quindi non lamentatevi se nelle vostre zone le anomalie sono diverse da quelle reali.
Il CNR fa uso delle stesse stazioni di rilevamento dal 1800, questo per creare una serie temporale abbastanza lunga da poter aver dei confronti con il passato.
Le stazioni ovviamente non coprono tutto il territorio italiano, ma anche nel 1800 era così, quindi aumentare il numero di stazioni sarebbe sbagliato ( giusto per dire, la NASA e il NOAA le hanno invece diminuite ).
Anomalia Temperature:



Il mese chiude con una anomalia di +1.46°C ed è il 16° mese di Luglio più caldo dal 1800.
Il record spetta al Luglio 2003 con una anomalia di +3.13°C
Anomalie Precipitazioni:

Il mese chiude con un deficit del 60% ed è il 56° mese di Luglio più secco dal 1800.
Il Record spetta al Luglio 1801 con un deficit del 100%, un mese quindi dove non cadde una goccia in nessuna delle stazioni di rilevamento del CNR

Nessun commento:

Follow us on Facebook