giovedì 10 dicembre 2009

Un altro Iceberg gigantesco di 140KM quadrati a largo dell'Australia


9 Dicembre 2009 - Sydney (Australia) - Un iceberg di 140 chilometri quadrati, che si e' staccato dall'Antartide, e' sospinto dalle correnti oceaniche verso le coste meridionale dell'Australia e offre uno spettacolo che, secondo i glaciologi, e' un evento rarissimo ma che probabilmente diverra' sempre piu' comune se non si ferma l'attuale surriscaldamento del pianeta. Gli esperti australiani hanno avvistato l'enorme piattaforma ghiacciata grazie alle immagini satellitari; e secondo Neil Young, bisogna risalire ai giorni in cui i clipper, nel XIX secolo, solcavano i mari tra la Gran Bretagna e l'Australia, per ricordare un iceberg di tali dimensioni a quella latitudine.
L'iceberg, battezzato B17B, ha 19 chilometri di lunghezza e 8 di larghezza, ed ha una superficie pari al doppio dell'isola di Hong Kong. La piattaforma si e' staccata probabilmente dall'Antartide una decina di anni fa e per anni ha fluttuato attorno alla calotta polare prima di cominciare l'insuale viaggio verso il nord; in origine l'iceberg era grande circa 400 km quadrati, e solo successivamente si e' spaccato a meta'. La scoperta e' la terza nel giro di poche settimane, dopo la piattaforma di ghiaccio avvistata al largo dell'isola di Macquarie e dalla "flotta" di iceberg piu' piccoli, in marcia verso la Nuova Zelanda (AGI).


CNN - Più del doppio delle dimensioni dell'isola di Manhattan, New York. E' lentamente alla deriva verso l'Australia, gli scienziati lo hanno detto Mercoledì.
L'iceberg, che misura 140 km quadrati, spaccatosi quasi 10 anni fa era rimasto vicino all'Antartide prima di iniziare il suo viaggio insolito verso nord. "E 'uno dei più grandi avvistato a quelle latitudini."

Gli scienziati che lavorano sull'isola erano sbalorditi per le sue dimensioni.

"Abbiamo tirato fuori il binocolo che usiamo per lavorare ed è stata una gigantesca isola galleggiante di ghiaccio a mostrarsi di fronte ai nostri occhi, sì, è stato uno spettacolo incredibile," ha dichiarato il ricercatore australiano Dean Miller ha alla CNN TVNZ.


"B17B (questo il nome che gli hanno dato) è molto significativo in quanto non solo si è spostato così a nord, ma addirittura è ancora in gran parte intatto", ha detto Australian Antarctic Division glaciologo Neal Young, che ha macchiato la lastra utilizzando immagini satellitari prese dalla NASA e l'Agenzia spaziale europea.

Fonte: agi, cnn

Nessun commento:

Follow us on Facebook