sabato 8 maggio 2010

Domani arriva in Italia la nube del vulcano islandese


Oggi 5.000 voli cancellati in Europa a causa del persistere della cenere generata dall'eruzione.

8 Maggio 2010, 17:48 - Sarà domani sopra l'Italia una parte della nube di polveri del vulcano islandese Eyjafjallajokul, che ha ripreso la piena attività eruttiva causando l'annullamento di 5.000 voli in Europa. Lo riferisce l'ultimo bollettino del Vaac, il Centro di controllo europeo delle polveri vulcaniche ai fini della sicurezza del volo. A portare la nube in Italia, secondo il Vaac, saranno le correnti aeree in quota che, per la presenza di un'area anticiclonica sull'alto Atlantico e di un'area depressionaria a ridosso della penisola iberica saranno dirette da nord verso sud, dall'Islanda alla Spagna, e poi da ovest sud-ovest verso est nord-est, e cioè dalla Spagna in direzione dell'Italia. Questa situazione delle correnti in quota non sembra destinata a cambiare nei prossimi giorni, ma ad intensificarsi.

In attesa che la nuvola arrivi sui cieli italiani, oggi a Malpensa sono stati cancellati due voli per Lisbona e uno per Barcellona, a Linate uno per Barcellona, mentre da Orio al Serio non sono partiti un volo per Valladolid e due per Barcellona Girona.
5.000 VOLI CANCELLATI - Dopo alcune settimane di tregua, è riapparso sull'orizzonte europeo lo spettro maligno della nube di cenere dal vulcano islandese, che stamani dall'Atlantico si protende lungo i Pirenei e stende la sua ombra fino a Barcellona, a Madrid, ma anche a Marsiglia, costringendo a terra cinquemila voli fra Spagna del nord e Portogallo. Eurocontrol, l'ente europeo per la sicurezza dei voli, oggi ha annunciato finora il fermo di 5.000 voli da e per le zone interessate dalla nube, portando il totale europeo a 25.000 circa. I voli transatlantici sono stati riprogrammati per evitare la no-fly zone e ciò "sta causando ritardi a questi voli". Nei giorni scorsi la cenere islandese aveva creato qualche perturbazione al traffico aereo dell'Irlanda e della Scozia.

fonte: ansa.it

Nessun commento:

Follow us on Facebook