giovedì 18 agosto 2011

La C.I.A. e Mossad ombra delle Brigate Rosse, intervista a Giovanni Galloni

Gia nel 1978 in Italia si ipotizzò che la CIA fosse dietro le azioni più eclatanti delle Brigate Rosse, sostenendole e dirigendole. Nel '78, ad avanzare tale ipotesi erano soltanto alcune voci della sinistra extraparlamentare, ossia organizzazioni politiche come, ad esempio, Avanguardia operaia, Lotta continua (e l'omonimo quotidiano), tacciate di "antiamericanismo ideologico".
Quando però nel 2005 Giovanni Galloni (che anti americano non era) vice-segretario politico nazionale della Democrazia cristiana di Aldo Moro, rivelò al programma di approfondimento giornalistico Next di Rai News 24, un discorso fatto con lo statista e compagno di partito Aldo Moro, poche settimane prima del suo rapimento e assassinio da parte delle Brigate Rosse: Moro gli avrebbe confidato di essere certo di infiltrazioni dei servizi segreti CIA e Mossad nelle stesse BR, non ci furono gli approfondimendi (politico, giudiziari e giornalistici) che ci si sarebbe aspettati da parte di un paese libero e sovrano.

Galloni non ha creato alcuna verità, ciò che ha dichiarato é semplicemente una conferma a quello che gia negli anni 70 e 80 si "vociferava". Tuttavia, conferma é una che necessiterebbe di prove a suo sostegno, prove che da quanto si intuisce, nessuno (dai politici ai giornalisti) hanno intenzione di ricercare. Facendo finire con ogni probabilità questa vicenda in un ennesimo cassetto, magari accanto ad altre vicende fra tutte forse la più nota resta quella di Ustica. Almeno "loro" si faranno compagnia.

Video


Nessun commento:

Follow us on Facebook