martedì 20 settembre 2011

Il governo del Messico rivelerà scioccanti verità sui Maya prima del 2012

Calendario Maya
La notizia ha del sensazionale, sopratutto leggendo le risposte che sono state date il giorno dell'annuncio. A pubblicarla niente meno che la prestigiosa Reuters.
Ad agosto 2011 è stato annunciato al mondo da parte del governo messicano che verranno rivelati i segreti Maya tenuti celati per oltre 80 anni dallo stesso governo (verrebbe da pensare su quanto non ci viene ancora detto dall'Egitto) sulla civiltà Maya entro il 2012.
Proprio quando tutti iniziavano a pensare che non sarebbe accaduto nulla per la fatidica data annunciata dai Maya, arriva inaspettatamente la così detta "pulce nell'orecchio". Anche se, a dire il vero, stando alle reazioni di Raul Julia-Levy (colui incaricato dal governo di produrre in gran segreto un documentario in merito) sembra essere molto più grossa di una pulce.
Il governo messicano ha incaricato la produzione di un documentario "Rivelazioni dei Maya per il 2012 e oltre", con informazioni tenute segrete da oltre 80 anni sulla data della fine del calendario Maya.
Le rivelazioni riguarderebbero la sagezza dei Maya e le loro convinzioni sulle future catastrofi, ebbene, queste rivelazioni sono state definite "scioccante" dal produttore del documentario Raul Julia-Levy, figlio dell'attore Raul Julia.

Sito Maya di Calakmul
Raul Julia-Levy avrà anche la possibilità di poter filmare per la prima volta luoghi e stanze segrete mai mostrate prima che, da quel poco che è trapelato pare che lascerà il mondo intero a bocca aperta.
Il ministro del Turismo dello stato messicano di Campeche, Luis Augusto Garcia Rosado ha dichiarato: "I Maya hanno costruito una piramide sopra un'altra, nel sito di Calakmul, i ricercatori dell' INAH (Istituto Nazionale di Antropologia e Storia) hanno scoperto delle camere all'interno della piramide che non sono mai stati viste o esplorate prima e stiamo lavorando a questo film documentario, per vedere cosa è stato scoperto all'interno della piramide".
Julia-Levy ha detto che era stato messo a conoscenza delle informazioni segrete sui Maya dall'ex presidente messicano Vicente Fox (un amico della sua famiglia) e che ci sono voluti quattro anni di telefonate per ottenere finalmente il via libera dall'attuale presidente del Messico Felipe Calderon.
"Questo è molto importante per tutta l'umanità, non solo per il Messico", ha detto Julia-Levy. "Questa informazione è stata protetta per 80 anni, e ora è importante che la gente capisca la serie di eventi che stanno arrivando, e le conseguenze per tutti noi."
A questo punto al regista è stata posta una domanda cruciale, ovvero se il film documentario coinvolgerà gli Alieni, misticismo o scenari apocalittici che per anni, fino ad arrivare ai giorni nostri hanno alimentato la fantasia di milioni di persone. Julia-Levy ha rifiutato di rispondere, precisando: "Non sono autorizzato a parlare di questo. Tutto sta per uscire in tempo, ma non posso fare commenti sugli alieni o il 2012. Posso solo dire che il governo messicano si prepara a raccontare all'umanità alcune cose del mondo, fondamentali per noi, per il modo in cui viviamo e per il modo in cui stiamo gestendo le cose sul nostro pianeta".


Il conto alla rovescia è iniziato, probabilmente vista l'enorme importanza dell'evento e del suo contenuto, qualcuno già vocifera che il documentario sarà trasmesso in contemporanea mondiale. Ma qualunque sia la loro scelta, ciò che di più oggi conta, è che finalmente la verità verrà svelata una volta per tutte. Augurandosi che non ci sia un "blocco censoreo" dei vari stati. Ma vista la globalizzazione mediatica dubito fortemente che qualunque tipo di censura possa reggere.

fonte: Reuters

Nessun commento:

Follow us on Facebook