venerdì 30 settembre 2011

La Cina alla conquista dello spazio

Pechino - La Cina ha lanciato Giovedì il suo primo modulo (laboratorio spaziale) al fine di raggiungere un importante traguardo nella costruzione di una nuova stazione spaziale.
Tiangong-1 (palazzo celeste) è decollato dal centro di lancio satellitare Jiuquan nella provincia di Gansu, nella Cina nord.occidentale.
Il modulo era su un razzo vettore chiamato Lunga Marcia 2F T1. Razzo che ha portato in orbita un modulo di laboratorio del peso di 8,5 tonnelate. Wu Ping, portavoce per il progetto Cina Manned Space Engineering, ha dichiarato in una conferenza stampa prima del lancio che il volume effettivo del modulo è di circa 15 metri cubi, sufficente per poter ospitare tre astronauti.
il lancio di Tiangong-1 era originariamente previsto per la fine di agosto, data che fu rinviata  a causa di un precedente fallimento, la messa in orbita di un altro satellite.

Ora il modulo attenderà circa 12 giorni, prima dell'arrivo di Shenzhou-8, due sonde per effettuare dei test di attracco. Dopo di che Shenzhou tornerà a Terra e la Tiangong si posizionerà nella sua orbita originaria in attesa del prossimo test di attracco.

La Cina ha inviato il suo primo astronauta nel 2003 la prima tappa di una strategia di tre fasi.
Tiangong-1 è il secondo passo. Se avrà successo sarà seguito dall'ultima fase: costruire un laboratorio permanente nello spazioche permetta agli astronauti di condurre esperimenti a lungo termine.

Verrebbe da dire: "una decisione obbligata" dato che la Cina non fa parte del progetto della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che orbita intorno alla Terra, nel quale attualmente si conducono esperimenti in diversi campi, dalla fisica all'astronomia.
La ISS è una joint venture tra la NASA, la Russia, il Giappone, l'Agenzia spaziale europea e il CSA canadese.



Nessun commento:

Follow us on Facebook